Raggelo sulle sorti come in terra i soldati morti.

DevIR Vinz Shepard

Music: Alessio Marta Lyrics: Devir Vinz Shepard

Non è molto chiaro, confusione ancestrale c’è un bisogno sociale che se ci penso ci sto male
2 minuti su Facebook e stai disteso in ospedale
con gli stessi che però era brava gente al loro funerale.

Matta ignoranza in attesa dell’ignota mattanza delle stelle in maggioranza
Ma il Maggiore non c’è? Il Maggiore è da maggio che si atteggia da re
tira nasi coi seguaci, casi umani senza perchè…

RIT.
Amen
come amenità
Amen
come l’imene, non saresti qua
Amen
come ah man la partita ci sta?
Amen
come quel cantante che fa


Voglio essere sincero tutto questo non è vero
Don Carmelo mi nasconde, c’è il demonio sotto al velo.
Siamo in volo con lo zelo di chi è morto per davvero
epitaffi sulle rocce e chi muore mentre gioca a bocce.

Siamo caos, quello vero fatto di acqua, fango e siero
Telo nero grande come l’infinito vero, siamo mero peso, poco meno di un pelo.
Raggelo sulle sorti come in terra i soldati morti.

RIT.
Amen
come amenità
Amen
come l’imene, non saresti qua
Amen
come ah man la partita ci sta?
Amen
come il cantante che fa


Confusione ancestrale ci sto male in ospedale. Funerale.
Maggioranza da re, perché?
Non è vero sotto al velo per davvero gioca a bocce.
Fango e siero, mero peso: poco meno di un pelo.
Sorti come in terra, i soldati morti.

c’è un bisogno sociale che se ci penso ci sto male
2 minuti su Facebook e stai disteso in ospedale
con gli stessi che però era brava gente al loro funerale.

Matta ignoranza in attesa dell’ignota mattanza delle stelle in maggioranza
Ma il Maggiore non c’è? Il Maggiore è da maggio che si atteggia da re
tira nasi coi seguaci, casi umani senza perchè…

RIT.
Amen
come amenità
Amen
come l’imene, non saresti qua
Amen
come ah man la partita ci sta?
Amen
come quel cantante che fa


Voglio essere sincero tutto questo non è vero
Don Carmelo mi nasconde, c’è il demonio sotto al velo.
Siamo in volo con lo zelo di chi è morto per davvero
epitaffi sulle rocce e chi muore mentre gioca a bocce.

Siamo caos, quello vero fatto di acqua, fango e siero
Telo nero grande come l’infinito vero, siamo mero peso, poco meno di un pelo.
Raggelo sulle sorti come in terra i soldati morti.

RIT.
Amen
come amenità
Amen
come l’imene, non saresti qua
Amen
come ah man la partita ci sta?
Amen
come il cantante che fa


Confusione ancestrale ci sto male in ospedale. Funerale.
Maggioranza da re, perché?
Non è vero sotto al velo per davvero gioca a bocce.
Fango e siero, mero peso: poco meno di un pelo.
Sorti come in terra, i soldati morti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *